Bioluminometro – Controllo contaminazione microbica

Il Bioluminometro è lo strumento attraverso il quale possiamo verificare la contaminazione microbica di una superficie o di un liquido.

Ci permette quindi di constatare la corretta pulizia di un piano o di un campione attraverso la bioluminescenza.

Funzionamento:

bioluminometro_tampone

Durante la fase di campionamento che si effettua tramite un tampone viene raccolta la molecola cellulare, tecnicamente chiamata ATP (adenosina trifosfato), presente in tutti gli organismi viventi.

Successivamente il tampone viene poi immerso in una soluzione reagente la quale sviluppa una produzione di luce (fotoni).

Grazie al bioluminometro siamo in grado di quantificare a livello numerico la quantità di luce emessa dalla reazione che sarà maggiore o minore in relazione alle cellule ATP “catturate” nella fase di campionamento.

L’unità di misura delle cellule ATP è l’RLU (unità di luce relativa) che rappresenta un numero proporzionale al quantitativo di ATP campionate con il tampone.

L’utilizzo di questo strumento è fondamentale soprattutto nel campo alimentare dove è richiesta la massima pulizia dei piani di lavoro e delle superfici di produzione.

NOLEGGIO BIOLUMINOMETRO

Test Scientific propone un’opzione di noleggio dello strumento per chi ha necessità di utilizzarlo per brevi periodi di tempo oppure l’acquisto.
 
Torna su